Curare la vitiligine

Chantelle-HarlowLa vitiligine è quella malattia che genera chiazze “bianche” sulla pelle: sull’epidermide si diffondono macchie ipo-(poco) oppure a-(prive) cromiche (di colore) perché le cellule responsabili della pigmentazione della pelle, ovvero i melanociti, vengono aggredite dalla malattia e non producono più melanina.
Quali siano le cause della vitiligine è purtroppo ancora un mistero: le ipotesi spaziano dai fattori ambientali, a imprecisati problemi del sistema immunitario, alla genetica. Una cosa invece è sicura: che non si tratta di una malattia contagiosa. Si tratta di una malattia cronica, ma non infettiva e certamente molto antiestetica. Questa caratteristica in passato ha creato problemi di emarginazione verso coloro che ne sono affetti, i quali a loro volta potevano essere facile preda di turbe psichiche a causa della loro molto appariscente diversità con conseguente autoisolamento e depressione.
Oggi le ricerche più accreditate ritengono che la vitiligine sia una malattia autoimmune, ovvero il sistema immunitario probabilmente attaccherebbe i melanociti perché li ritiene un elemento estraneo, e perciò li distrugge. Questa ipotesi sembra confermata dal fatto che i pazienti di vitiligine svilupperebbero più facilmente malattie della tiroide, o malattie come alopecia areata e anemia perniciosa.
Difficile dunque avere una terapia generalizzata per tutti i pazienti di vitiligine. Talora di questa malattia possiamo occultare in qualche modo gli effetti, contenerne la diffusione, ma sradicarla totalmente è un obiettivo non ancora alla portata della scienza medica. Ed anzi occorre mettere in guardia i pazienti da chi promette miracoli carpendone la buona fede. La verità è che – in questo caso – laser, unguenti e lozioni si sono rivelati inefficaci per restituire alla cute il suo naturale colore e gli stessi effetti si possono ottenere con la cosmesi, sempre sotto controllo medico, ovviamente. Il camouflage offre fondotinta che mascherano perfettamente eventuali zone del viso o delle mani, ovviamente purché non si tratti di macchie estese.
La distribuzione di queste macchie è generalmente simmetrica e va detto che la loro diffusione è imprevedibile perché la vitiligine può restare silente per lunghi anni e poi progredire repentinamente.

vitiligene-chantelle-harlow2L’estate è la stagione più difficile per questi pazienti perché il caldo invita ad esporre la propria pelle con la conseguenza di manifestarne le chiazze; va detto subito che i raggi del sole, non fanno male alle chiazze più di quanto non facciano al resto della pelle; però è evidente che l’abbronzatura non può che sottolineare la differenza di pigmentazione sul corpo di chi ne è affetto e semmai questo è il vero problema, non certo l’esposizione solare in sé.
Non mancano esempi di personaggi di successo affetti da vitiligine, come il cantante Michael Jackson, come dimostrato dopo la sua morte, oppure la bellissim modella Chantelle Harlow oppure la discografica Mara Maionchi o un politico del calibro di Francesco Cossiga.

Share This Post On