Il dye laser contro le verruche

Per il trattamento delle verruche volgari, l’utilizzo del dye laser rappresenta una possibilità terapeutica di basso impatto sul paziente, che permette la risoluzione del problema senza eccessivo dolore.

Le verruche sono lesioni cutanee da infezione virale; il virus responsabile, il Papilloma Virus Umano (hpv), venne isolato nel 1949 e caratterizzato come virus DNA della famiglia dei Papovavirus. L’hpv, specificamente trofico per le cellule epiteliali squamose, si localizza su cute e mucose. Le verruche sono molto diffuse, colpiscono adulti e bambini.

Si distinguono diverse forme cliniche  di verruche determinate dal tipo di virus, dalla sede colpita e dalla risposta dell’ospite.

La presenza di vasi neoformati, ipertrofici e dilatati nel derma papillare della lesione verrucosa costituisce il bersaglio dell’azione terapeutica del dye laser.

Il raggio di luce penetra rapidamente in profondità attratto dall’emoglobina, la raggiunge e interagisce con essa sviluppando intenso calore; il calore coinvolge e distrugge la parete dei vasi nutritizi afferenti al virus. Ne deriva una ischemia improvvisa e permanente della verruca con inevitabile necrosi della stessa che diviene secca, ipercheratosica, si sgretola e cade spontaneamente o in conseguenza delle manovre di raschiatura.

Giova ricordare che la metodica non richiede anestesia e che il dolore puntorio trafittivo che ne deriva è facilmente sopportabile in quanto di ridotta intensità e di breve durata. Il totale delle sedute varia da un minimo di una seduta ad un massimo di dieci sedute.

Il dye laser consente di ottenere una guarigione completa e duratura rappresentando nel trattamento delle verruche virali una valida alternativa alle altre metodiche in quanto efficace, poco dolorosa e priva di esiti cicatriziali.

Richiedi un consulto medico senza impegno
Share This Post On
Call Now ButtonChiama ora